Dimagrire nuotando, è possibile?

Ragazza carina che esce dalla piscina dopo un allenamento

Non è un segreto che perdere peso è una delle ragioni più comuni per cui le persone nuotano, corrono, camminano o vanno in bicicletta. Diverse attività hanno un impatto diverso sul nostro girovita, ma ci sono alcuni luoghi comuni quando si tratta di perdere peso, uno su tutti è dimagrire nuotando.

In passato c’erano alcuni allenatori e personal trainer che affermavano che nuotare non è efficace quanto correre per dimagrire arrivando al punto di dire “Se vuoi perdere peso, è meglio camminare intorno a una piscina piuttosto che nuotarci”.

Quindi è bene fare chiarezza su questo argomento, sfatando alcuni miti e analizzando in modo più oggettivo l’argomento.

Indice

Il nuoto fa dimagrire?

La ricercatrice australiana Kay Cox nel 2010 ha condotto uno studio su un gruppo di donne sane inattive. Un gruppo ha iniziato a nuotare e altri a camminare con la stessa intensità monitorati da un sistema di controllo per la frequenza cardiaca. Dopo un anno in media i nuotatori hanno perso 1,1 kg in più rispetto al gruppo che camminava. Quindi mettiamo a tacere il mito che il nuoto non è efficace quando si tratta di bruciare i grassi. La scienza dice che il nuoto fa dimagrire.

Come puoi vedere, fattori come lo sforzo per mantenere il galleggiamento e la temperatura più bassa dell’acqua non lo rendono una cattiva scelta per quelli che vogliono dimagrire nuotando.

Allo stesso tempo, ci sono diverse cose che devi tenere a mente se vuoi renderlo il più efficace possibile.

Appetito post-allenamento

invitante spuntino post-allenamento salutare

L’appetito dopo un allenamento in piscina è leggendario e sicuramente è fonte di preoccupazione per coloro che vogliono dimagrire nuotando. Si ha la sensazione di non riuscire a gestire l’appetito post-allenamento e di rimettere nell’organismo le calorie bruciate nel nuoto.

L’acqua fredda e la grande quantità di energia che si utilizza per nuotare sono la ragione per cui siamo così affamati dopo una solida sessione di allenamento di nuoto. L’elevata frequenza cardiaca attiva il dimagrimento. Ecco perché è così importante pianificare la tua dieta in modo adeguato nei giorni di allenamento in modo da non vanificare tutto il duro lavoro fatto con gli esercizi in piscina.

Per conoscere altri metodi per aumentare il metabolismo ti consiglio di leggere questo articolo, sono sicuro che ti sarà utile.

Quante calorie si bruciano nuotando?

nuotatore nuota in piscina

La domanda che spesso si sente è: ma quante calorie si bruciano nuotando? La risposta è dipende.

Bisogna partire da questo concetto: per perdere un chilo bisogna bruciare circa 3500 calorie. Sia gli allenatori che i medici nutrizionisti concordano sul fatto che una combinazione di dieta ed esercizio fisico è il modo perfetto per ottenere risultati più velocemente.

Per bruciare 3500 calorie bisogna nuotare per circa 7 ore. È un obiettivo mensile raggiungibile per chiunque.

Quante calorie si bruciano all’ora?

Anche questo è un aspetto che dipende da molti fattori.

Dipende dal proprio peso e dalle proprie capacità di nuoto, ma in media una persona di 70 kg brucia circa 500 calorie all’ora.

Questa è in realtà una buona notizia per coloro che sono un po’ più pesanti in quanto inizieranno a vedere i risultati più velocemente e potrebbe essere un modo fantastico per rimanere motivati e continuare a dimagrire col nuoto.

Come allenarsi in piscina

Per massimizzare il consumo di calorie e quindi dimagrire nuotando, è consigliabile utilizzare degli esercizi da fare in piscina che possano dare la maggiore efficacia aerobica.

Il programma di allenamento a intervalli è sicuramente tra i migliori per allenarsi in piscina.

Questo metodo è molto semplice da utilizzare anche per i principianti. In pratica si tratta di nuotare il più velocemente possibile per un giro per poi nuotare in modo più lento il giro successivo. Ripetendo questo ciclo si alza la frequenza cardiaca per il dimagrimento.  Questo metodo di allenamento è il più diffuso tra le discipline aerobiche su come bruciare massa grassa.

Che stile di nuoto usare

Esistono molti stili per nuotare. C’è il dorso, lo stile libero, lo stile a farfalla e il delfino. Ma che stile di nuoto usare per dimagrire?

Lo stile che aiuta a bruciare più calorie e sicuramente quello a farfalla. Questo stile di nuoto permette di bruciare anche 150 calorie in 10 minuti. Lo stile a farfalla però, per essere eseguito correttamente necessita di molta tecnica ed esperienza. Non tutti sono in grado di nuotare in questo modo, specialmente i principianti.

Se quindi non si padroneggia questo stile e preferibile ripiegare sullo stile libero. È molto più facile da imparare e da eseguire anche senza la supervisione di un istruttore.

10 consigli per nuotare e perdere peso

ragazza sportiva carina in piscina

Dopo aver analizzato i vari aspetti per dimagrire nuotando, ecco 10 consigli utili per nuotare e perdere peso più velocemente.

  1. Nuota la mattina prima di mangiare

    Una nuotata mattutina non è fattibile per tutti, ma se puoi è sicuramente il miglior momento della giornata per nuotare. Essendo a digiuno il corpo dovrà attingere ai depositi di grasso per ottenere le energie necessarie per nuotare. Inoltre nuotare la mattina permetterà di tenere per tutta la giornata un elevato livello metabolico, perfetto per chi deve dimagrire.

  2. Nuota più forte e più veloce

    Come anticipato il miglior modo per massimizzare lo sforzo è quello nuotare ad intervalli.
    Il nuoto brucia molte calorie all’inizio ma man mano che le tue abilità di nuotatore migliorano, i movimenti diventano più efficienti e la frequenza cardiaca aumenterà sempre meno.
    L’allenamento ad intervalli consente di avere un’elevata frequenza cardiaca indipendentemente della bravura nel nuotare.
    Indossa un fitness tracker impermeabile per monitorare la frequenza cardiaca durante il nuoto. La frequenza cardiaca target durante un allenamento di intensità moderata dovrebbe essere compresa tra il 50 e il 70% della frequenza cardiaca massima.

  3. Fai un corso di nuoto

    L’apprendimento delle tecniche e dei vari stili di nuoto ti aiuteranno a essere più performante e a mantenere sempre alta la frequenza cardiaca.

  4. Cambia la tua routine di nuoto

    Se nuoti alla stessa velocità e usi ripetutamente la stessa tecnica, il tuo corpo in breve tempo si abituerà allo sforzo a cui lo sottoponi. Uscire dalla propria zona di comfort e modificare la propria routine è un modo eccellente per utilizzare diversi gruppi muscolari, contribuendo a massimizzare i risultati per dimagrire nuotando.

  5. Nuota da quattro a cinque giorni alla settimana

    Per perdere peso in modo efficace devi essere fisicamente molto attivo. Più lo sei meglio è.
    La frequenza di nuoto per dimagrire è la stessa degli altri esercizi cardiovascolari, quindi cerca di nuotare dai 4 ai 5 giorni alla settimana. Ciò ti consentirà di essere sempre attivo, di migliorare il metabolismo e dimagrarire più velocemente.

  6. Inizia lentamente

    Inizia con una nuotata di 15-20 minuti a giorni alterni, quindi aumenta gradualmente a 30 minuti di nuotata cinque giorni a settimana, Se inizi una nuova routine di nuoto a un’intensità troppo elevata, l’indolenzimento muscolare e la stanchezza fisica eccessiva potrebbero farti rinunciare presto. Ricorda che la costanza è la chiave di tutto.

  7. Nuoto alternato con aerobica in acqua

    Se nuotare così frequentemente potrebbe annoiarti, puoi alternare al nuoto dei corsi di acquagym. È un eccellente esercizio aerobico e aiuta a tonificare tutto il corpo.

  8. Nuota con un galleggiante

    Se non sei un buon nuotatore e ti senti insicuro, puoi nuotare usando un noodle, un kick board o un giubbotto da galleggiamento. Questi strumenti ti permetteranno di rimanere a galla mentre usi le braccia e le gambe per muoverti nell’acqua facendoti sentire al sicuro.

  9. Utilizzare pesi

    Tra un giro e l’altro puoi usare anche dei pesi da piscina. Questi pesi sono fatti polistirolo e hanno la stessa forma dei manubri che si utilizzano nelle sale attrezzi delle palestre. L’utilizzo di questi strumenti ti consentirà di tonificale i muscoli e al tempo stesso di variare la tua routine dall’allenamento, rendendolo meno monotono.

  10. Modifica la tua dieta

    Come qualsiasi programma per la perdita di peso, devi bruciare più calorie di quelle che assumi e il nuoto non fa eccezione. Nuotare fa dimagrire solo se tieni presente questo principio. Se ti abbandoni alla fame post allenamento non otterrai nessun risultato.
    Per dimagrire nuotando serve impegno e costanza. Bisogna abbinare una corretta alimentazione ipocalorica alle sessioni di allenamento. Una buona idea sarebbe quella di rivolgerti ad un nutrizionista per avere un piano alimentare basato sullo stile di vita e la quantità di allenamenti che pensi di inserire all’interno della settimana.

Il nuoto è uno sport che coinvolge moltissimi gruppi muscolari che si tonificheranno sessione dopo sessione migliorando l’aspetto e la resistenza del tuo corpo. Avrai un duplice risultato; il dimagrimento e la tonificazione.

Non resta che infilarsi il costume.

Ti è stato utile questo articolo?

0 / 5. Totale voti: 0

Andrea

Andrea

Appassionato di fitness da oltre 10 anni e di alimentazione sana. Mi piace informarmi sulle proprietà degli alimenti, e renderle più semplici per tutti, con lo scopo di ottimizzare le prestazioni sportive mantenendo uno stile di vita salutare.
Condividilo su:
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Pubblicità
RASSODA e INGRANDISCI il tuo SENO!
FAI QUESTO e SMETTERAI DI FUMARE
STOP alla CADUTA DEI CAPELLI. Sogno o realtà?

Non ti perdere il prossimo articolo, Seguici sui social!
👇

Ti potrebbe interessare anche: